ACQUA, RIDURRE CONSUMI PER EVITARE CONFLITTI

"Il problema siamo noi, perché l'enorme uso di acqua dipende da Europa e Stati Uniti: quindi dobbiamo per primi cambiare stili di vita e ridurre i consumi": lo dice Ciro Pisacane del Forum Ambientalista, in un affollato incontro sull'acqua come risorsa e possibile fonte di conflitto. "Con i paesi dell'America Latina è stata appena creata un'alleanza dell'acqua che coinvolge le reti della società civile tra Brasile, Ecuador, Bolivia, Perù, Cile ed Europa" spiega alla MISNA, a conclusione della seconda giornata di lavori del Foum Sociale Europeo di Atene. "Il punto - sottolinea - é che le multinazionali che controllano il settore sono in Europa, soprattutto in Francia e in Spagna, ma anche l'Italia sta crescendo". Per questo - gli fa eco Maria Rosa Cutillo, di Mani Tese - "é necessario fare pressioni sulla Commissione di Bruxelles perché introduca serie strategie di responsabilità sociale d`impresa, obbligando anche le multinazionali dell´acqua a rispettare i diritti". Secondo il professor Evangelos Pissias, docente di idrologia all´Istituto tecnologico di Atene, l´oro blu attira appetiti economici tanto quanto l´oro nero: "Come giá avviene per i
giacimenti di greggio, anche per l´acqua ci sono fortissimi interessi da parte di grandi gruppi internazionali" aggiunge l´esperto. All´esterno della sala ´204´, intanto, il ´popolo del Forum´ si prepara al grande concerto di questa notte, musiche balcaniche e clima di festa. Ma all´interno, resta alta l´attenzione per parlare dell´idea di creare, anche nel nostro continente, un Osservatorio su acqua e beni comuni dell´ambiente. "Il dato positivo di questo incontro qui al Forum - dice alla MISNA Tommaso Fattori del Contratto mondiale dell´acqua - é che siedono intorno allo stesso tavolo i paesi delle multinazionali e quelli delle regioni orientali del nostro continente, che costituiscono un pezzo fondamentale d´Europa per un approccio comune".

Educazione alla pace e mondialità
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   

Delegazione regionale delle Caritas delle Marche c/o Caritas Macerata
piazza Strambi, 3 - 62100 Macerata (Mc) - Tel. 0733 232795 - Fax 0733 268307 - segreteria@caritasmarche.it

web design Puntomedia - web engineering Solarix